Macerata Feltria

info
macerata feltria

Veduta di Macerata Feltria

 

Nel cuore del Montefeltro, dove le colline incominciano ad innalzarsi verso il massiccio del Carpegna, tra la Val Conca e l’alta Val Foglia, sorge Macerata Feltria, centro geografico e storico di quel territorio che, pur frammentato in conche e speroni, monti e valli, ha una sua unità paesaggistica, storica, culturale: il Montefeltro, appunto.

Macerata Feltria fu fondata dai Palasgi, leggendari “Popoli del Mare” che dalla Grecia varcarono l’Adriatico per colonizzare l’Italia.

Pieve di San Cassiano

In epoca precristiana fu importante municipio romano “Pitinum Pisaurense” i cui reperti archeologici sono stati di recente in gran parte raccolti nel Museo Civico della Città. Gli scavi archeologici si trovano presso l’antica Pieve Romanica di San Cassiano (XI secolo), sorta da un preesistente tempio pagano.

Per chi giungeva dal mare di Pesaro o Rimini, o per chi percorresse le più sicure vie dell’interno da San Leo o da San Marino, Macerata Feltria era una tappa obbligata, situata all’incrocio tra Romagna e Marche o, se si vuole, tra le terre dei Malatesta e dei Montefeltro. Nel 1373 il cardinale Albornoz descrive Macerata Feltria seconda solo a San Marino per importanza e prestigio.

Nelle furibonde lotte tra Sigismondo Malatesta e Federico da Montefeltro fu sempre fedelissima ai signori di rimini finché fu definitivamente occupata dal Duca di Urbino nel 1463 e da qui in poi seguirà le sorti del Ducato.

Nel 1539 venne eretto, per impulso della contessa Alessandra Gonzaga di Piagnano, il convento di Santa Chiara che divenne ben presto uno dei più ricchi del Montefeltro e dalla cui ristrutturazione nasce l’Hotel Terme Alessandra Gonzaga.

Il centro storico o “Castello” conserva edifici di pregio: Palazzo del Podestà, Torre Civica, Oratorio di San Giuseppe e palazzi nobiliari che costeggiano la via che scende al Borgo settecentesco.

Palazzo Gentili

Lungo la riva del torrente Apsa si può ammirare Palazzo Gentili Belli, antica residenza e filanda per la seta, testimonianza di architettura industriale e residenziale dell’800.

Teatro Lirico Battelli

Altri luoghi di interesse sono: il Teatro Lirico Angelo Battelli, fisico di fama internazionale ed illustre uomo politico; il Museo Civico Archeologico, Museo di Archeologia Industriale; Museo della Radio d’Epoca.